Superbonus 110 %: ci sono delle novità importanti in arrivo – Aggiornamento

Le novità in vista della proroga del Superbonus 110 faciliteranno l’accesso all’incentivo per l’efficientamento energetico.

Il Superbonus 110 % si prepara alla proroga al 2023, con novità interessanti che faciliteranno l’accesso all’incentivo.

L’obiettivo è quello dello snellimento della burocrazia, a partire dal certificato dello stato legittimo dell’immobile, che sarà sostituito da un documento semplificato.

Sommario

Interventi trainanti e trainati

Cambieranno le cose anche per quanto riguarda gli interventi trainanti e trainati: l’abbattimento delle barriere architettoniche potrà essere effettuato in modo indipendente se sono presenti inquilini disabili, ed almeno un locatario abbia 65 anni di età.

Estesi i beneficiari del Superbonus 110

Tra le tipologie di beneficiari rientreranno presto anche alcune categorie in precedenza escluse.

Si tratta di immobili di tipo B/1, B/2 e D/4, che corrispondono a case di cura, convitti, seminari e conventi, ospedali, educandati ed orfanotrofi.

Queste nuove categorie di beneficiari dovranno rispettare alcuni requisiti:

Ospedali ed orfanotrofi accederanno all’incentivo solo se il proprietario dell’immobile lavori a titolo assistenziale e sanitario, ed i membri del consiglio di amministrazione svolgano la loro attività come volontari, senza percepire remunerazione da parte della società.

Occorre inoltre che in fase di richiesta questi beneficiari presentino il contratto che attesta la proprietà dell’immobile, il comodato d’uso gratuito o l’usufrutto.

In attesa della conferma della proroga

La già annunciata proroga al 2023 (per alcune categorie di beneficiari) dovrà essere confermata dal prossimo decreto Draghi.

Molto probabilmente le novità inserite riguarderanno per l’appunto la facilitazione dell’accesso al Superbonus 110, soprattutto per categorie svantaggiate. Sarà poi sicuramente ridotta e semplificata la burocrazia necessaria all’acquisizione della detrazione.

Un altro obiettivo auspicabile è quello dell’ampliamento dei territori in cui attivamente si chiede e si ottiene il superbonus 110%, finora concentrati al nord e a parte del centro Italia.

Vuoi richiedere il bonus?

Risen è General Contractor, ed ha già aiutato centinaia di clienti ad accedere al superbonus 110 % e agli altri incentivi per l’efficienza energetica applicando lo sconto direttamente in fattura.

Possiamo aiutarti in tutte le fasi, dalla presentazione della richiesta, alla progettazione, fino alla posa in opera delle soluzioni progettate e al relativo adempimento documentale.

Scrivici attraverso il form sottostante per una prima consulenza gratuita.

AGGIORNAMENTO: scadenze con la proroga al Superbonus

Con la proroga le nuove scadenze si prefigurano nel seguente modo:

  • edifici unifamiliari: 30 giugno 2022;
  • edifici plurifamiliari/condomini: 31 dicembre 2022;
  • interventi eseguiti da persone fisiche su edifici composti da 2 a 4
    unità immobiliari, anche se posseduti in esclusiva o in comproprietà: 31 dicembre 2022 se al 30 giugno 2022 si è raggiunto almeno il 60% dei lavori, altrimenti 30/06/2022;
  • interventi eseguiti da IACP: 31 dicembre 2023 se al 30 giugno 2023 si è raggiunto almeno il 60% dei lavori, altrimenti 30/06/2023.


    1 commento su “Superbonus 110 %: ci sono delle novità importanti in arrivo – Aggiornamento”

    Lascia un commento